Moonage Daydream | Testo e Traduzione

15

MOONAGE DAYDREAM

(Bowie)

I’m an alligator2,
I’m a mama-papa coming for you
I’m the space invader,
I’ll be a rock ‘n’ rollin’ bitch for you
Keep your mouth shut,
you’re squawking like a pink monkey bird3
And I’m busting up my brains
for the words

Keep your ‘lectric eye4 on me, babe
Put your ray gun to my head
Press your space face close to mine, love
Freak out in a moonage daydream, oh yeah!

Don’t fake it baby, lay the real thing on me
The church of man, love5
Is such a holy place to be
Make me baby, make me know you really care
Make me jump into the air

Keep your ‘lectric eye on me, babe
Put your ray gun to my head
Press your space face close to mine, love
Freak out in a moonage daydream, oh yeah!

Freak out, far out, in out6

SOGNO A OCCHI APERTI DELL’ERA LUNARE 1

(Bowie)

Sono un alligatore2,
sono un mamma – papà venuto per te
Sono l’invasore spaziale,
sarò una puttana del rock’n’roll per te
Tieni chiusa quella bocca,
stai urlando come se ti penetrassero3
E io mi sto dannando il cervello
per trovare le parole

Tieni la tua telecamera 4 puntata su di me, tesoro
Puntami la tua pistola laser alla testa
Premi la tua faccia spaziale contro la mia, amore
Vai fuori di testa in un sogno a occhi aperti dell’era lunare

Non fingere dolcezza, offriti a me completamente
La chiesa dell’uomo, amore5
È un posto così sacro in cui stare
Fammi baby, fammi sapere che ti importa davvero
Fammi impazzire di piacere

Tieni la macchina fotografica puntata su di me, tesoro
Puntami la tua pistola laser alla testa
Premi la tua faccia spaziale contro la mia, amore
Vai fuori di testa in un sogno a occhi aperti dell’era lunare

Vai fuori di testa, lontano, dentro fuori6

NOTE

Il brano fu originariamente inciso nel gennaio 1971 in una versione demo abbastanza trascurabile rispetto a quella che sarebbe stata reincisa dieci mesi dopo per l’album Ziggy Stardust.

Nella tematica dell’album, è il brano in cui il messia alieno si rivela nella sua combinazione di ribellione, e libertà sessuale e religiosa: l’archetipo della rockstar.

Bowie cerca di definire la mitologia di sé stesso come Ziggy Stardust, un “alligatore” (forte, senza rimorsi), un mamma/papà (senza un genere sessuale specifico, al di là di ogni definizione), un invasore spaziale (alieno, distante, incomprensibile, “altro”), una “puttana del rock’n’roll” che non ha tabù né limiti per arrivare al successo e alla fama.

Come spesso accade a Bowie in questo periodo, il rock è spesso associato al sesso: le due cose si intersecano, si sovrappongono, si rincorrono.

Ed ecco che Moonage Daydream, il “sogno ad occhi aperti dell’era lunare” è un momento di estasi che è anche sessuale. D’altronde la puttana del rock’n’roll, il mamma/papà invita l’ascoltare-fan a smetterla di urlare come se qualcuno la/lo penetrasse da dietro: “pink monkey bird” è slang gay per indicare chi, in un rapporto anale, riceve. Poi invita anche a “non fingerlo” (l’orgasmo), a farlo impazzire di piacere.

Ma cos’è questo “sogno ad occhi aperti (o diurno) dell’era lunare”? Nel 1969 il primo uomo mise piede sulla luna per la prima volta, e da quel giorno per gli anni a seguire le missioni Apollo si susseguirono. Sicuramente è stato un evento che ha segnato un’epoca, tanto da poterla tranquillamente ribattezzare come l’era della luna. All’epoca il sogno di colonizzarla e abitarla era ancora vividissimo, eccitante e pauroso. Ecco perché quel “freak out” che ha un’accezione di paura. D’altronde nel disco si parla di alieni.

Ma quello di “dar fuori di testa” è quasi un invito: forse l’Uomo delle Stelle è sceso sulla terra per dare una scossa, per rompere tutti i tabù dell’era lunare: le persone devono come risvegliarsi da questo sogno.

Un’altra interpretazione, più lirica, potrebbe essere il riferimento agli antichi culti che adoravano la Luna: la dea della Luna era la dea della magia, del subconscio, dell’ispirazione poetica. Il sogno diurno dell’era lunare potrebbe rappresentare quindi un percorso estatico e istintivo verso la creatività.

1 Quando Bowie eseguiva Moonage Daydream durante il suo primo tour Americano nel 1972, presentava il numero come “scritto da Ziggy Stardust stesso”.

2 Termine dello slang americano che indica una persona sicura e senza dubbi. In italiano lo si potrebbe tradurre con “squalo”.

3 Pink Monkey Bird (letteralmente: un uccello-scimmia rosa) in gergo è chi riceve in un rapporto anale.

4 Electric Eye, in slang, indica la telecamera o la macchina fotografica. E’ un modo di dire ormai in disuso.

5 Viste le allusioni sessuali del testo, soprattutto a sfondo omosessuale, la frase potrebbe anche essere “the church of man-love“, la chiesa dell’amore dell’uomo.

6 un’altra allusione sessuale chiude il brano: “In/Out” (Dentro/Fuori) era un termine gergale che indicava la penetrazione.

Autore

  • Crew DBI

    La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.

    Visualizza tutti gli articoli
Articolo precedenteSoul Love | Testo e Traduzione
Articolo successivoStarman | Testo e Traduzione
Crew DBI
La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

15 Commenti
Più vecchio
Più recente I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Giusi Manno
Giusi Manno
6 anni fa

Una canzone si giudica nella sua interezza,ma questa fin dall’inizio ti da la scossa!
DAVID! “MAKE ME JUMP INTO THE AIR”!

cristina parbuono
cristina parbuono
Rispondi a  Giusi Manno
6 anni fa

d’accordo, in pieno

salvo rizzo
salvo rizzo
6 anni fa

solo un mitico bowie poteva tanti anni fa scrivere un testo così…

cristina parbuono
cristina parbuono
Rispondi a  salvo rizzo
6 anni fa

solo lui: proprio così

cristina parbuono
cristina parbuono
6 anni fa

che canzone spettacolare e che interpretazione! uno dei tanti capolavori e sicuramente una delle mie preferite

Maura Moretti ml
Maura Moretti ml
6 anni fa

D’accordo con voi, ragazzi… Solo lui a quel tempo poteva scrivere ed interpretare quel brano. Onore anche ad un magnifico Mick Ronson, ai confini della realtà!!!!

dino
dino
5 anni fa

stava veramente TROPPO AVANTI…

Paola Barucci
Paola Barucci
4 anni fa

Veramente sta parlando delle droghe allucinatorie che circolavano in quel periodo e l’alligatore non è certo Ziggy, che era invece portatore di un messaggio di amore da parte di uno Starman. The Mamas and Papas sono un gruppo musicale degli anni 60 tipico di questi eventi. Sono quelli che poi fecero le musiche per L’uomo che cadde sulla Terra (al posto di lui, che le aveva già iniziate a comporre) Almeno questa è la mia interpretazione. L’album è un concept, ricordiamolo

Paola Barucci
Paola Barucci
Rispondi a  Paola Barucci
4 anni fa

L’album è un concept, va visto come una storia (come Diamond Dogs e Outside) I primi pezzi descrivono il mondo triste e ridotto male, poi c’è la folgorazione e poi il messaggio di Starman, affidato proprio a Ziggy, che era comunque destinato a cambiare perchè altrimenti sarebbe stata la fine del rock’n roll. E qui secondo me si fa riferimento al periodo dei figli dei fiori e alla conseguente delusione dopo l’euforia. Il messaggio è comunque positivo, tu non sei solo, dammi le mani…

Marco
Marco
Rispondi a  Paola Barucci
4 anni fa

Cioè stai cercando di spiegare a quelli di Velvet Goldmine il concept di Ziggy? Pensi abbiano bisogno che glielo spieghi tu? 😀

Paola Barucci
Paola Barucci
Rispondi a  Marco
4 anni fa

Sto solo dando la mia versione, la verità in mano non ce l’ha nessuno, nè io nè loro. Si fa per commentare fra appassionati. Io la vedo così

Silvana
Silvana
Rispondi a  Paola Barucci
2 anni fa

Si, è vero, A me manca lo scambio di opinioni, al di là dei singoli tributi con cui omaggiamo il nostro Starman. Conoscendolo in tutte le sue sfaccettature, gli argomenti sono infiniti: composizione voce pittura arte design mimo recitazione cambiamento follia poesia coraggio bellezza profondità sensualità originalità intelligenza modestia purezza onestà cultura avangurdia violenza amore e disamore sogno provocazione astrazione genio e quel viso…