The Motel | Testo e Traduzione

0

THE MOTEL

(Bowie)

For we’re living in a safety zone
Don’t be holding back from me
We’re living from hour to hour down here
And we’ll take it when we can
It’s a kind of living which recognizes
The death of the odourless man
When nothing is vanity, nothing’s too slow
It’s not Eden but it’s no sham

There is no hell
There is no shame
There is no hell
Like an old hell
There is no hell
And it’s lights up, boys
Lights up boys

Explosion falls upon deaf ears
While we’re swimming in a sea of sham
Living in the shadow of vanity
A complex fashion for a simple man

And there is no hell
And there is no shame
And there is no hell
Like an old hell
There is no hell

And the silence flies on its brief flight
A razor sharp crap shoot affair
And we light up our lives
And there’s no more of me exploding you
Re-exposing you
Like everybody do
Re-exploding you
I don’t know what to use
Make somebody move
Me exploding
Me exploding you

IL MOTEL

(Bowie)

Poiché viviamo in una posizione di sicurezza
Non tenermi lontano da te
Viviamo alla giornata quaggiù
E ci accontentiamo di quello che capita
È uno stile di vita che riconosce
La morte dell’uomo che non ha odore
Quando nulla è vanità, nulla è troppo lento
Non è certo l’Eden, ma non è nemmeno uno schifo.

Non esiste l’inferno
Non esiste la vergogna
Non esiste un inferno
come un vecchio inferno
Non c’è inferno
E si accendono le luci, gente
Si accendono le luci, amici

L’esplosione cade su orecchie spente
Mentre noi nuotiamo in un mare fittizio
Vivendo all’ombra della vanità
Moda sofisticata per un uomo semplice

E non c’è inferno
E non c’è vergogna
E non c’è inferno
Come un vecchio inferno
Non c’è inferno

E il silenzio vola nel suo breve volo
Un rapporto di merda tagliente come un rasoio
E illuminiamo le nostre vite
E non c’è più la mia esplosione in te
riesponendoti
Come fanno tutti
riesplodendo te
Non so cosa usare
per far spostare qualcuno
Io che esplodo
Io che esplodo in te

NOTE

Si tratta di una canzone che esprime il senso di vuoto e di disperazione di chi vive in una società priva di valori e di significato. Il titolo si riferisce al motel come luogo di passaggio e di anonimato, dove non c’è inferno né vergogna.

L’antecedente più prossimo è “The Electrician” di Scott Walker, brano pubblicato nell’ultimo album dei Walker Brothers del 1978. Il ritornello “There’s no help, no” è stato parafrasato da Bowie come “There is no hell like an old hell” (non c’è un inferno come un vecchio inferno), e le due canzoni condividono un’atmosfera di minacciosa paura che raggiunge il culmine attraverso un cambio di tonalità.

Articolo precedenteHallo Spaceboy | Testo e Traduzione
Articolo successivoI Have Not Been to Oxford Town | Testo e Traduzione
Crew DBI
La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti