Thru’ These Architects Eyes | Testo e Traduzione

0

THRU’ THESE ARCHITECTS EYES

(Music: Bowie/Gabrels)

Stomping along
on this big Phillip Johnson
Is delay just wasting my time
Looking across
at Richard Rogers
Scheming dreams to blow both their minds
It’s difficult you see
To give up baby
To leave a job
When you know
You know the money’s from day to day

CHORUS
All the majesty of a city landscape
All the soaring days in our lives
All the concrete dreams in my mind’s eye
All the joy I see
Thru these architect’s eyes

Cold winter bleeds
on the girders of Babel
This stone boy watching the crawling land
Rings of flesh and the towers of iron
The steaming caves and the rocks and the sand
Stomping along on this big Phillip Johnson
Is delay just wasting my time
It’s difficult you see
To give up baby
These summer scumholes
This goddamned starving life

CHORUS

It’s difficult you see
It’s difficult you see

CON QUESTI OCCHI DA ARCHITETTO

(Musica: Bowie/Gabrels)

Passando sopra
su questo grande Phillip Johnson
Il ritardo mi fa perdere solo tempo?
Guardando di fronte
a Richard Rogers
Progettando sogni per far impazzire entrambe le loro menti
È difficile, vedete
Abbandonare un bambino
Lasciare un lavoro
Quando sai
Sai che i soldi arrivano a giorni alterni

RITORNELLO
Tutta la magnificenza di un paesaggio urbano
Tutti i grandi momenti della nostra vita
Tutti i sogni di cemento nella mia mente
Tutta la gioia che vedo
Attraverso questi occhi di architetto

Il freddo inverno trasuda sangue
sulle impalcature di Babele
Questo ragazzo di pietra guarda la terra brulicante
Anelli di carne e le torri di ferro
Le grotte fumanti e le rocce e la sabbia
Camminando su questo grande Phillip Johnson
Il ritardo è solo una perdita di tempo?
È difficile, vedete
Rinunciare al bambino
A questi scarti d’estate
Questa maledetta vita da fame

RITORNELLO

È difficile da capire
È difficile vedere

NOTE

Questa è un’aggiunta tardiva a “1.Outside“: fu iniziata nel gennaio 1995 alla Hit Factory di New York e completata poi a Londra ai Westside Recording Studios di Holland Park con l’aggiunta della chitarra di Kevin Armstrong e della batteria di Neil Conti.

La canzone non si concentra sul caso di omicidio di cui è accusato Leon Blank, ma su una visione della città in cui vive. Il cantante osserva le opere architettoniche di Philip Johnson e Richard Rogers, due famosi architetti del XX secolo, e le confronta con il proprio stile di vita. Johnson era un americano che ha contribuito a diffondere lo stile internazionale e il decostruttivismo, mentre Rogers era un inglese di origine italiana che ha progettato edifici innovativi e sostenibili. La canzone esprime il senso di alienazione e di sfida del protagonista in un contesto urbano moderno e impersonale.

Autore

  • La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.

    Visualizza tutti gli articoli
Sottoscrivi
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
wpDiscuz
0
0
Ci piacerebbe avere la tua opinione, commenta pure.x
Exit mobile version