Little Wonder | Testo e Traduzione

2

LITTLE WONDER

(Music Bowie/Gabrels/Plati – Lyrics Bowie)

Stinky weather, Fat shaky hands
Dopey morning Doc,
Grumpy gnomes
Little wonder then, little wonder
You little wonder, little wonder you

Big screen dolls,
tits and explosions
Sleepytime, Bashful but nude
Little wonder then, little wonder
You little wonder,
little wonder you
I’m getting it

Intergalactic, see me to be you
It’s all in the tablets,
Sneezy Bhutan1
Little wonder then, little wonder
You little wonder,
little wonder you
Mars happy nation,
sit on my karma
Dame meditation2, take me away
Little wonder then,
little wonder
You little wonder,
little wonder you

CHORUS
Sending me so far away, so far away
So far away, so far away
So far away, so so far away
So far away, so far away
So far away, so so far away

Little wonder
You little wonder, you
Little wonder
You little wonder you

PICCOLA MERAVIGLIA

(Musica Bowie/Gabrels/Plati – Testi Bowie)

Tempo fetido, mani grasse e tremolanti
Dottore drogato di mattina,
Gnomi scorbutici
C’è poco da meravigliarsi, c’è poco da meravigliarsi
Tu, piccola meraviglia, piccola meraviglia

Bambole da grande schermo,
tette ed esplosioni
Sonnacchioso, sfacciato anche se nudo
Poco da meravigliarsi allora, poco da meravigliarsi
Tu piccola meraviglia,
piccola meraviglia tu
Ci sto arrivando

Intergalattico, guarda me essere te
È tutto nelle pastiglie,
Bhutan starnutente 1
C’è poco da meravigliarsi, c’è poco da meravigliarsi
Tu, piccola meraviglia,
piccola meraviglia tu
La nazione felice di Marte,
seduto sul mio karma
Meditazione di Dama 2 che mi porta via
Poca meraviglia allora,
poca meraviglia
Tu piccola meraviglia,
piccola meraviglia tu

RITORNELLO
Mi mandi così lontano, così lontano
Così lontano, così lontano
Così lontano, così lontano
Così lontano, così lontano
Così lontano, così lontano

Piccola meraviglia
Piccola meraviglia, tu
Piccola meraviglia
Tu, piccola meraviglia

NOTE

Bowie ha detto in un’intervista che voleva scrivere una canzone con i nomi dei sette nani. Nascosti nel testo, si ritrovano tutti e sette: (Dopey, Doc, Grumpy, Sleepy, Bashful, Sneezy and Happy).

Ho preso i nomi dei sette nani, e la chiave era scrivere una riga su ogni nano, o usare il nome di ogni nano, ma ho finito i nani. Avevo Potty, Scummy, tutti i tipi di nomi alternativi. Una cosa che ho notato molto tempo fa – e il miglior esempio è probabilmente “Warszawa” dall’album dei Low – è che gran parte delle informazioni musicali sono costituite dal suono delle parole, dalla fonetica e dal contesto musicale, che può dare sensazioni emotive molto forti senza avere un senso razionale. Con ‘Little Wonder’ ho pensato di riattivare ‘The Laughing Gnome’ e i sette nani di Biancaneve. Ho scritto alcuni elementi il più velocemente possibile: Ho finito i nani, così ne ho inventati alcuni e ho cercato di metterli insieme con una finta narrazione. Ci sono una serie di riferimenti scherzosi a sé stessi: Siediti sul mio karma … meditazione da Dama”. David Bowie, 1997

1 Il Bhutan è un piccolo regno nell’Himalaya

2 “Dame” è l’appellativo che la stampa inglese ha dato a Bowie, e lui più di una volta lo ha citato in maniera ironica nelle interviste

Autore

  • Crew DBI

    La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.

    Visualizza tutti gli articoli
Articolo precedenteStrangers When We Meet | Testo e Traduzione
Articolo successivoLooking for Satellites | Testo e Traduzione
Crew DBI
La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Più vecchio
Più recente I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Pinella
Pinella
3 anni fa

Ciao, mi sono da poco inoltrata nel mondo Bowie. Questa canzone esattamente di cosa parla? La mia interpretazione potrebbe essere sbagliata. Avrei bisogno di un esperto o un semplice fan che mi spieghi qualcosa di più. Grazie