Scream Like a Baby | Testo e Traduzione

0

SCREAM LIKE A BABY

(Bowie)

Well, I wouldn’t buy no merchandise
And I wouldn’t go to war
And I mixed with other colours
But the nurse doesn’t care
And I hide under blankets
Or did I run away
I really can’t remember
Last time I saw the light of day

But I remember Sam
‘cause he was like me

CHORUS
Scream like a baby.
Sam was a gun
And I never knew his last name
And we never had no fun

Well, they came down hard on the faggots
And they came down hard on the street
They came down harder on Sam
And they all knew he was beat
He was thrown into the wagon
Blindfolded, chains,
and they stomped on us
And took away our clothes and things
And pumped us full of strange drugs
And oh, I saw Sam falling
Spitting in their eyes
But now I lay me down to sleep
And now I close my eyes
Now I’m learning
to be a part of soc-society

CHORUS

No athletic program,
no discipline, no book

He just sat in the backseat
swearing he’d seek revenge
But he jumped into the furnace
Singing old songs, we loved

CHORUS (twice)

URLA COME UN BAMBINO

(Bowie)

Beh, non comprerei la mercanzia
E non andrei in guerra
E mi sono mescolato ad altri colori
Ma all’infermiera non importa
E mi nascondo sotto lenzuola
O forse sono scappato?
Non riesco proprio a ricordare
L’ultima volta che vidi la luce del sole

Ma ricordo Sam
perché era come me

CHORUS
Urla come un bambino
Sam era un criminale
E non ho mai saputo il suo cognome
E non ci siamo mai divertiti

Così ci andarono giù duri sulle checche
Scesero giù duri per le strade
Ci andarono giù più duri su Sam
E tutti loro sapevano che era esausto
Fu gettato in un vagone
Bendato, incatenato,
e ci pestarono
E ci portarono via i vestiti e le nostre cose
E ci imbottirono di strane droghe
E oh vidi Sam cadere
Sputando nei loro occhi
Ma ora mi costringo a dormire
E ora chiudo gli occhi
Ora sto imparando
a essere parte della soc-società

CHORUS

Nessun programma atletico,
nessuna disciplina, nessun libro

Stava solo seduto sul sedile di dietro,
giurando vendetta
Ma saltò nella fornace
Cantando vecchie canzoni che amavamo

CHORUS (twice)

NOTE

La canzone è basata sul brano “I Am A Laser“, scritto da Bowie e registrato agli Olympic Studios di Londra nel 1973 dai suoi pupilli gli Astronettes (Ava Cherry, Geoffrey MacCormack e Jason Guess. Le melodie e la struttura delle due canzoni sono rimaste in gran parte invariate, con l’aggiunta di nuovi testi e di un arrangiamento adatto alla sua produzione del 1980. Bowie riprese “I Am A Laser” durante le sessioni di “Young Americans” al Sigma Sound il 13 agosto 1974.

Il testo narra la storia di due prigionieri politici, Sam e il protagonista della canzone, che sono stati arrestati e torturati per aver commesso dei reati non specificati in un regime totalitario. Il contesto è chiaramente ispirato a due opere letterarie che hanno segnato la cultura degli anni Settanta e che hanno influenzato profondamente lo stile e i temi di Bowie nella fase glam: 1984 di George Orwell e Arancia Meccanica di Anthony Burgess. In entrambi i romanzi, i protagonisti sono sottoposti a delle tecniche di condizionamento psicologico che mirano a cancellare la loro personalità e a renderli dei sudditi obbedienti e conformi alla società. Questo si riflette nel modo in cui il cantante pronuncia la frase “Now I’m learning to be a part of socie-society“, con una esitazione che denota il conflitto interiore tra la sua identità originaria e quella imposta dal sistema (evoca il lavaggio del cervello e la capitolazione di Winston Smith nel romanzo di Orwell e la terapia di avversione di Alex DeLarge in quello di Burgess). Nella versione demo della canzone, Bowie usò l’espressione “integrated society” senza balbettare, ma poi decise di cambiare il testo per rendere più evidente il contrasto tra le due realtà.”

Io cado spesso in questa nostalgia del futuro. Lo si può notare guardando qualsiasi album che ho realizzato, e questo particolare brano musicale lo riflette. È scrivendo guardando al passato qualcosa che non è ancora accaduto, che si vede questa cosa orwelliana“. David Bowie, 1980

Autore

  • Crew DBI

    La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.

    Visualizza tutti gli articoli
Articolo precedenteTeenage Wildlife | Testo e Traduzione
Articolo successivoKingdom Come | Testo e Traduzione
Crew DBI
La Crew al timone di David Bowie Italia | Velvet Goldmine è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini. Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E' autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie. Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall'inizio e lo segue dagli anni '70. Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti del sito.
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti